Il Natale in una poesia

Solo adesso è chiaro.

L’angolo sotto quell’albero,

per anni non addobbato,

non era e non è vuoto.

Era semplicemente inadeguato,

incapace di contenere il tuo dono.

Nel momento in cui si è sciolto un abbraccio,

hai donato un sogno.

Hai regalato occhi limpidi,

capaci di guardare al mondo,

hai forgiato l’animo,

capace di sedare la rabbia e

trasformarla in apparente spensieratezza.

Hai ispirato il mio sentire,

riempito fogli di idee,

reso migliore l’approccio,

smussato angoli,

bagnato strade polverose per non accecare gli occhi.

Hai vestito il corpo di una invisibile armatura,

hai protetto il cuore da effimere chimere,

hai indirizzato il cammino e risvegliato le passioni.

Hai reso fertile la mia terra,

reso indelebile il ricordo,

traghettato il dolore mutandolo in orgoglio.

Hai indirizzato le scelte,

aperto l’anima all’amore,

hai preso la mia mano e

mi hai insegnato a volare.

© Riccardo Dionisi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: