Scrittore in cerca di ispirazione. Please help me!

Per chi ama scrivere e, nel mio piccolo, credo di rientrare in questa categoria di persone, essere colpito da un periodo di pessima ispirazione è la peggiore iattura che possa capitare.

Così, da un po’ di giorni, ho difficoltà ad avere le mie solite visioni, quelle che da un momento all’altro, colpiscono, senza preavviso, la mia immaginazione. Una sensazione spiacevole, che solo il gravame di impegni quotidiani, allontanano parzialmente dai miei pensieri. Il problema è che, comunque, arriva sempre il momento di relax e allora cado nella tristezza più profonda se solo penso che sono tanti, troppi giorni, che non butto giù nemmeno un pensiero. Sia chiaro, quello che sto facendo in questo momento non è null’altro se non un modo per esorcizzare questa situazione. Ecco, chi leggerà questo breve pensiero, sarà magari artefice di una svolta o quantomeno solidale (me lo auguro) con chi (io) vive in questo stato di ispirazione in catalessi da cui sto tentando di uscire.

Eppure lì fuori c’è la primavera (nemmeno tanto) fatta di colori ed emozioni a fare da apripista e da fucina alle ispirazioni di noi poveri (in ogni senso) piccoli scrittori. Beh, posso dirlo con estrema e convinta sincerità, già mi sento meglio. Sento con assoluta certezza che questa breve chiacchierata con voi ha alleviato le mie pene, che già qualcosa brulica nella mente. Proverò ad uscire fuori, ad osservare il cielo e il mare e sono sicuro la mia mente tornerà a nutrirsi, in modo avido e violento, di tutte le immagini che questa straordinaria vita è in grado di proiettarle. Sono pronto, stropiccio gli occhi e mi dirigo verso l’esterno come colui che con una retina va a caccia di farfalle. Io caccerò sogni.

Prima però vi regalo un po’ del mio amato JackKerouak

“Perché per me l’unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune, ma bruciano… bruciano… bruciano come favolosi fuochi artificiali color giallo che esplodono come ragni attraverso le stelle e nel mezzo si vede la luce azzurra dello scoppio centrale e tutti fanno ooohh”.

Sulla Strada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: